Virginia De Silva

Virginia De Silva è un’antropologa con un dottorato di ricerca presso l’ Università Sapienza di
Roma. Fa parte della MEITE (Missione Etnologica Italiana Etiopia Tigray), fondata e diretta dal
Prof. Pino Schirripa; è socia della SIAM (Società italiana di antropologia medica) e coordinatrice
del gruppo di ricerca AM&D (Antropologia Medica e Disabilità), un’iniziativa promossa presso
l’Università di Perugia dal Prof. Giovanni Pizza, che ha l’obiettivo di indagare la disabilità dal
punto di vista antropologico e creare network tra studiosi che si occupano di questa tematica. Ha
svolto lunghe ricerche di campo in Tigray nel nord dell’Etiopia e lavorato come responsabile di una
ricerca antropologica con un’Organizzazione Non Governativa in Bale (sud Etiopia). In Italia segue
un progetto sui MSNA. I suoi interessi di studio sono indirizzati principalmente verso
l’antropologia medica e la disabilità. Con la sua tesi “La disabilità tra riabilitazione e abilitazione
sociale. Il caso dei gudat akal a Mekelle e Wukro”, ha vinto il premio Sapienza per “Miglior tesi di
dottorato sul tema della disabilità discussa nell’anno 2017”.