Carlotta Bagaglia

antropologa phd

Antropologa, PhD, dal 2000 al 2016 è stata ricercatrice all’interno della Fondazione Angelo Celli per una cultura della salute - ente di ricerca extra-accademico specializzato in progetti, percorsi formativi, dibattiti su numerose direttrici di lavoro antropologico mediche - presieduta da Tullio Seppilli. Si è occupata di integrazione fra la biomedicina e le medicine non convenzionali, accesso e calibrazione dei servizi socio-sanitari, Alzheimer. Dal 2017 lavora presso la Direzione Attività Socio-Sanitarie della Azienda USL di Bologna dove è impegnata nella gestione dei servizi rivolti agli anziani e in progetti di taglio quali-quantitativo. Nella stessa area è coinvolta nei percorsi di Audit “Utilizzo della contenzione meccanica” e “Appropriatezza farmacologica” attivi nelle Case Residenze per Anziani (CRA) del territorio della Ausl di Bologna.

15.00 - 17.00

Sabato 9 aprile

L’antropologia nella medicina: umanizzazione delle cure e prospettive professionali

Aula 1, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

L'antropologia offre da decenni un prezioso contributo alla medicina e alla sanità: dallo studio all’assistenza delle cosiddette "malattie invisibili" - dove gli assunti biomedici si trovano spesso in difficoltà - fino al reale contributo nella gestione stessa dei servizi sociosanitari. Nonostante ciò, fatica ancora oggi ad essere formalmente riconosciuta. Partendo dal contributo che l'antropologia può dare all'umanizzazione delle cure e alla medicina in generale, le ospiti dialogheranno sulle possibilità di promozione della professione antropologica in un contesto che non la prevede. Quali sono le implicazioni? Quali le difficoltà? Quali le prospettive future?