Lorenzo Gasparrini

Scrittore

nasce a Roma nel 1972. Durante gli studi di filosofia e una breve carriera accademica in diverse università del centro Italia incontra testi e protagoniste dei femminismi, decidendo così, dopo aver iniziato un percorso di profonda critica personale, di dedicarsi alla diffusione e divulgazione di argomenti riguardo gli studi di genere, soprattutto rivolti a un pubblico maschile. Conduce seminari, workshop e laboratori in università, centri sociali, aziende, scuole, sindacati, ordini professionali, gruppi autorganizzati; pubblica costantemente su riviste specializzate e non, sia online che stampate. E’ autore di “Perché il femminismo serve anche agli uomini” (Eris, 2020), “NO. Del rifiuto e del suo essere un problema maschile.” (Effequ, 2019), “Non sono sessista, ma… Il sessismo nel linguaggio contemporaneo” (TLON, 2019) e “Diventare uomini. Relazioni maschili senza oppressioni” (Settenove, 2016, nuova edizione 2020).

15.30 - 17.30

Domenica 23 Maggio

Linguaggio sessista e inclusività

In diretta sulla pagina Facebook del Festival dell'Antropologia - Bologna.

Con l’avvicendarsi del dibattito sulle cosiddette “cancel culture” e “politically correctness”, i movimenti per sottolineare la necessità di un linguaggio - nonché di un framing narrativo - inclusivo e attento alle questioni di genere rischiano di essere neutralizzati, appiattiti e banalizzati. Da un punto di vista linguisitico, filosofico e giornalistico proveremo a fare luce su come i media generalisti affrontino - nella forma e nel contenuto - le problematiche relative al genere e all’inclusione di soggettività non conformi al binarismo.