Silvia Semenzin

Ricercatrice

E' una ricercatrice post-doc in Sociologia Digitale all’Università Complutense di Madrid e docente in New Media & Digital Culture all’Università di Amsterdam. Le sue aree di specializzazione sono i diritti umani digitali, la discriminazione algoritmica e la violenza di genere online. Nel 2018, ha lanciato la campagna #intimitàviolata per chiedere l’approvazione di una legge in Italia contro la condivisione non consensuale di materiale intimo (revenge porn) e sta attualmente lavorando con il governo dell'Ecuador per la promozione di una legge contro la violenza sessuale digitale.

20.00 - 21.30

Giovedì 20 Maggio

Desiderio e Resistenza

In diretta sulla pagina Facebook del Festival dell'Antropologia - Bologna.

A partire dalla pervasività dei mezzi di comunicazione digitale, il corpo ritrova la sua forza emancipatoria e controversa. La liberazione dallo sguardo eteronormato e maschile passa attraverso una ridefinizione del desiderio; questo però è liberatorio solo se autodeterminato. Come si complica nel quotidiano questo modello di emancipazione attraverso i problemi della rappresentazione?

14.00 - 15.30

Sabato 22 Maggio

Pornificare il mondo, come Pornhub ha trasformato i nostri corpi

In diretta sulla pagina Facebook del Festival dell'Antropologia - Bologna.

Pornhub è uno dei siti più visitati al mondo, ed è a capo di un gigantesco monopolio che gestisce gran parte del materiale pornografico che vediamo online. Il suo modo di operare, però, sta cambiando radicalmente il nostro modo di vedere i corpi umani, specialmente quelli femminili. 

Insieme a Silvia Semenzin, Ph.D in Sociologia e attivista, Greta Elisabetta Vio, divulgatrice e attivista, e Federico Nejrotti, scrittore e attivista, facciamo un salto dentro il funzionamento di Pornhub, delle piattaforme digitali e dei loro algoritmi, per capire non solo come influenzano la pornografia ma sopratutto come stanno colonizzando le nostre vite.