Francesco Di Maio legge “L’uomo dei topi” di Sigmund Freud

Con Francesco Di Maio (WeReading)

Dai topi quell’avvocato ne era ossessionato, di questa potenza imprevedibile, sfruttata dal potere della Legge e che l’inconscio godeva a rivoltargliene contro. Per la serata del WeReading all’interno del Ri-festival 2019 dedicato al tema del Potere, Francesco di Maio legge le Note sul caso di nevrosi ossessiva (1909), il secondo, celebre, forse il più inquietante caso clinico analizzato da Sigmund Freud. L’“uomo dei topi” ci mostra la stranissima geografia dell’inconscio, come questo dispositivo straordinario, costituito dalle istituzioni, le rimastichi a modo proprio e le risputi attraverso, se non contro e oltre le stesse. Ed è così che il testo che sarà letto dirà la famiglia e l’esercito, di un padre e di antiche torture cinesi, di una moglie ed una invincibile colonia di topi. La paura è il sintomo di questo riassesto sempre in moto, il limite interno di qualsiasi assetto che si voglia presumere stabile.

Event Timeslots (1)

Venerdì 12 Aprile
-
presso La Scuderia
Con Francesco Di Maio (WeReading), presso La Scuderia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *