Il tema di quest'anno? LIBERƏ. Un Altro Mondo è Possibile.

Come partecipare agli eventi?

Gli eventi sono ad accesso gratuito. Prenota un posto tramite i link presenti sotto al titolo di ogni conferenza. Se non trovi posto per una conferenza non preoccuparti! Aggiungiti alla lista di attesa e vieni al festival il giorno della conferenza, se qualcuno avrà rinunciato avrai la possibilità di entrare o di vedere un’altra conferenza!

Programma RIFESTIVAL 2022

Dal 7 al 10 Aprile 2022 si svolgerà la sesta edizione di RiFestival - Un Altro Mondo è Possibile.

17.00 - 19.00

Anime del purgatorio: dialoghi tra vivi e morti nella società contemporanea

Aula 11, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Il “culto delle capuzzelle” è un rituale che non smette ancora di stupire, conservando intatto il fascino della trascendenza e della sospensione fra realtà e alterità; un dialogo tra vivi e morti che accende da sempre la fantasia di scrittori e artisti, affascinati da queste soglie dell’ombra aperte a chi è capace di ascoltarne le voci. In Anime, le antiche e nuove mappe del culto diventano terreno di ricerca per un pensiero che vuole scoprire, attraverso la pietà per i morti, le dinamiche di proiezione e identificazione che investono gli individui della società contemporanea.

In collaborazione con Meltemi Editore.

speaker-1

Marino Niola

19.00 - 21.00

Una storia eritrea

Aula 1, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Partendo dalle storie familiari dei protagonisti del libro "Una Storia Eritrea", il panel tenterà di tracciare le vicende storiche e i destini dell'Eritrea. Partendo dalle vicende del libro emergeranno così gli eventi che hanno segnato l’Eritrea, partendo dal passato coloniale italiano, ed è così che ci appare ancora più chiaro quanto la loro storia sia sempre stata intrecciata con la nostra.

Una storia eritrea. Beyan, Adam, Amr (Calamaro Edizioni – Bologna)

speaker-1

Emilio Drudi

speaker-2

Luca Jourdan

speaker-3

Sefaf Siid Negash Idris

19.00 - 21.00

Spazi di cura: il ruolo dell'architettura nel creare comunità

Aula 3, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

L’architettura quando si prende cura degli individui e delle comunità, degli spazi e dei luoghi, fa la differenza; contribuisce a diffondere e a rendere efficaci i principi di cultura, socialità, partecipazione, salute, integrazione e legalità in qualsiasi luogo e a qualsiasi scala. La progettualità al servizio dei luoghi, delle persone, dei beni comuni ha la capacità intrinseca di incrementare quel capitale umano, sociale e ambientale che agisce contro la marginalità e l’esclusione; è motore di nuove visioni, potente mezzo comunicante, strumento attraverso cui le comunità possono rivendicare diritti, progresso, opportunità, inclusione.

 

speaker-1

Luisa Bravo

speaker-2

Simone Sfriso

13.30 - 15.30

Tra rotta balcanica e guerra in Ucraina: migrazioni ai confini dell’Europa

Aula 3, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

I confini orientali dell’Unione Europea sono stati in questi anni un terreno di forte discussione politica e contrasto, in particolare per quanto riguarda la gestione dei flussi migratori. A ciò, oggi si aggiunge la crisi causata dalla guerra in Ucraina da parte della Russia, che spinge tante persone a rifugiarsi nei vicini paesi europei per sfuggire ai bombardamenti. Come influiscono questi nuovi eventi geopolitici nella definizione della politica migratoria dell’Unione Europea?

speaker-1

Pierfrancesco Majorino

speaker-2

Giovanni Marenda

speaker-3

Marco Borraccetti

15.00 - 17.00

Nuove generazioni. Italianə senza cittadinanza. Libertà non riconosciute. Opportunità mancata in Italia

Aula 11, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

L’iniziativa si propone di riaprire il dibattito sulla riforma nazionale della cittadinanza, la mancanza di pari opportunità delle ragazze e ragazzi che vivono ogni giorno in un paese che non li riconosce come cittadini a pieno titolo e di conseguenza  l'importanza della mobilitazione dal basso per innescare il cambiamento legislativo tanto richiesto.

speaker-1

Roberta Ricucci

speaker-2

Sefaf Siid Negash Idris

15.00 - 17.00

Raccontare l’Antropocene

Aula 1, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Come creare narrazioni sull’Antropocene  che non siano solo precise, ma anche credibili? Con quali strategie – narrative, comunicative – rendere percepibile il fenomeno? L’obiettivo dell’incontro è quello di offrire diversi spunti critici sulle narrazioni contemporanee e sulla retorica della fine del mondo, senza rinunciare agli strumenti offerti dalla ricerca scientifica ma cercando di guardare all’interno dei suoi processi, per spiegarli e capirli meglio.

speaker-1

Emilio Padoa-Schioppa

speaker-2

Matteo Oreggioni

speaker-3

Nicola Zengiaro

17.00 - 19.00

Ai confini dell’attivismo digitale

Aula Magna, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Con la diffusione delle tecnologie digitali, la pratica politica dell’attivismo ha acquisito nuove forme. Dalla semplice sensibilizzazione alla vera e propria mobilitazione, sono sempre di più i creators che si occupano di temi sociali e politici, incontrando il favore e il supporto dei e delle giovani. Ma fino dove può arrivare quello che i giornali chiamano “il potere dei social”? La reach numerica e geografica dei social vale quanto la presenza sui territori?

speaker-1

Isabella Borrelli

speaker-2

Luce Scheggi

17.00 - 19.00

Eco-buddhismo: Monaci della foresta e paesaggi contesi in Thailandia

Aula 3, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Amalia Rossi ci restituisce una descrizione critica degli immaginari ambientali eco-buddhisti e dei conflitti generati dalle politiche di gestione delle risorse  naturali nella Thailandia contemporanea comparando le diverse visioni di un paesaggio rurale ricco di risorse ma ecologicamente fragile e politicamente conteso. Prendendo in esame sia i fattori che radicano questa regione nella complessità etnica, religiosa e politica del Sud-Est asiatico, sia quelli che ne determinano l’esposizione a forze storiche planetarie, scopriamo la vita quotidiana delle minoranze delle colline, le biografie di attivisti e monaci ecologisti, i riti di ordinazione buddhista e il ruolo della monarchia nel dibattito sull’ambiente.

speaker-1

Amalia Rossi

18.30 - 20.30

Libertà Oltremare? L'esperienza dellə rifugiatə LGBTQIAP+ nel contesto Bolognese

Presso il Cassero LGBT+ Center
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Attraverso uno sguardo specifico sulle esperienze locali di migranti e rifugiatə appartenenti alla comunità LGBTQIAP+ questo panel si propone di riflettere su come sia possibile costruire spazi di uscita dagli stereotipi con l’obiettivo di decostruire la visione dicotomica e oppositiva che associa i confini europei al passaggio da oppressione a libertà. Attraverso esempi di esperienze pratiche vissute sul territorio bolognese, si tenterà di proporre una visione più processuale rispetto agli spazi multipli di libertà e all’importanza dell’evitamento dell’essenzializzazione nel costruirli.

speaker-1

Dany Carnassale

speaker-2

Marta Rohani

speaker-3

Lyas Laamari

speaker-4

Cassero LGBTQIA+ Center

speaker-5

Rosa Maria Currò

19.00 - 21.00

"Liberi fino alla fine" Parlare di eutanasia legale oggi

Aula 11, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Dopo il deposito in Corte di Cassazione di 1.239.423 firme, il 15 febbraio la Corte costituzionale ha valutato inammissibile il quesito per la parziale abrogazione del reato di omicidio del consenziente. Che ne resta oggi del diritto a scegliere di essere aiutati a porre fine alla propria vita?

In collaborazione con l'associazione Luca Coscioni

speaker-1

Tiziana Siciliano

speaker-2

Niccolò Martini

speaker-3

Caterina Garone

19.00 - 21.00

Ripensare il maschile: liberarsi della mascolinità tossica

Aula 1, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Mascolinità tossica è un’espressione con la quale abbiamo iniziato a identificare tutti i comportamenti aggressivi o violenti collegati a un’idea tradizionale di virilità: dalla forza, all’anafettività, passando per la competitività e l’orgoglio. Ma come possiamo davvero definire la mascolinità? E cosa vuol dire mascolinità tossica? Come possiamo far emergere in maniera costruttiva il privilegio maschile – e tutte le problematiche ad esso collegate? Anche l’uomo, seppur in posizione di vantaggio, è vittima dei ruoli del sistema patriarcale?

speaker-1

Sara Dellapiana

speaker-2

Mica Macho

speaker-3

Alessandro Bellassai

10:00 - 11:30

Antropobimbi - Laboratorio di Antropologia per bambini e bambine

Antropobimbi

Rivolto a bambini da 8 a 10 anni

Aula 5, Piazza Scaravilli 2

 

Come portare l’antropologia ai bambini e alle bambine? Ma soprattutto, perché proprio l’antropologia?

Antropologia si può definire come una scienza curiosa (Augè, 2007), così come si può dire che l’antropologo è quella persona che esplora le condizioni e le possibilità di essere umani (Ingold, 2018).

A partire dalla curiosità che abita la disciplina e ciascuno/a di noi, i bambini interagiranno tra di loro attraverso l’uso dei materiali artistici per addentrarsi nel loro primo viaggio da “antropobimbi”!

Seguendo il concept del festival secondo il quale “il nostro obiettivo e la nostra ragion d'essere ruoteranno intorno al concetto di partecipazione” i bambini saranno parte più che attiva del laboratorio, interpellati in un dialogo per capire insieme la curiosità che da sempre ha spinto gli antropologi ad aprire uno sguardo sul mondo.

Il laboratorio si propone come un’esperienza creativo-espressiva nella quale riflettere sull’antropologia in un contesto di gioco e sperimentazione artistica.

 

Per info e/o prenotazioni, inviare una mail a: sara1abrigo@gmail.com

speaker-1

Sara Abrigo

10.00 - 13.00

An Anthropology of the Smartphone / Smartphones, Ageing, and Everyday Life

Aula Magna, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

Il professor Daniel Miller parlerà del suo ultimo progetto “The global smartphone” prendendo in considerazione come gli smartphone siano diventati un luogo all'interno del quale viviamo e con cui abbiamo sviluppato un'intimità senza precedenti. Dopo una breve pausa, Shireen Walton presenterà alcuni dei principali risultati del suo ultimo libro “Ageing with Smartphones in Urban Italy: Care and Community in Milan and Beyond”, che tratta lo smartphone come un compagno costante nella vita di tutti i giorni.

Scarica la ricerca del professor Miller 

Scarica la ricerca della professoressa Walton

speaker-1

Shireen Walton

speaker-2

Daniel Miller

10.00 - 12.00

Cosa viene dopo? Decentralizzazione, infrastrutture immateriali e le comunità transnazionali di musica underground

Aula 11, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Luigi Monteanni insieme a Gabriele de Seta e 若潭 ruò tán discuteranno ‘Alkisah’: un network di coproduzione musicale globale e decentralizzata a cui hanno partecipato 40 etichette indipendenti su quattro continenti, originato dal duo di avanguardia indonesiano Senyawa in risposta all’isolamento pandemico.

speaker-1

Luigi Monteanni

speaker-2

若潭 Ruò Tán

speaker-3

Gabriele De Seta

11.00 - 13.00

Diritto al reddito - Misure contro la diseguaglianza

Aula 3, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

In questo seminario il professor Gori e la professoressa Granaglia affronteranno il tema della lotta alle diseguaglianze attraverso un excursus sulle più dibattute misure di sostegno al reddito provando a delineare un quadro teorico e di sistema che identifichi nel diritto al reddito un elemento fondamentale per la cittadinanza e la partecipazione democratica attiva di ogni soggetto.

L'evento è co-organizzato insieme allo SPI CGIL Emilia-Romagna

speaker-1

Cristiano Gori

speaker-2

Elena Granaglia

12.00 - 14.00

Medicina per tuttə: un approccio trasformativo a partire dal genere

Aula 1, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

L’approccio basato su sesso e genere nella salute e nella cura fatica a diffondersi anche in Italia, unico Paese che si è dotato di una normativa sull’argomento con indicazioni operative. L’antropologia fisica studia da tempo le differenze biologiche che potrebbero arricchire le conoscenze attuali. Solo un’auspicata interdisciplinarietà tra scienze umane e biomediche potrà portare alla indispensabile comprensione degli effetti di sesso e genere nella vita quotidiana, nelle relazioni delle persone con i servizi sanitari e con le organizzazioni lavorative e nella società più in generale. Si potrà allora ottenere quello stadio di evoluzione dell’approccio denominato “genere trasformativo”.

speaker-1

Fulvia Signani

speaker-2

Rita Biancheri

speaker-3

Barbara Bramanti

15.00 - 17.00

L’antropologia nella medicina: umanizzazione delle cure e prospettive professionali

Aula 1, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

L'antropologia offre da decenni un prezioso contributo alla medicina e alla sanità: dallo studio all’assistenza delle cosiddette "malattie invisibili" - dove gli assunti biomedici si trovano spesso in difficoltà - fino al reale contributo nella gestione stessa dei servizi sociosanitari. Nonostante ciò, fatica ancora oggi ad essere formalmente riconosciuta. Partendo dal contributo che l'antropologia può dare all'umanizzazione delle cure e alla medicina in generale, le ospiti dialogheranno sulle possibilità di promozione della professione antropologica in un contesto che non la prevede. Quali sono le implicazioni? Quali le difficoltà? Quali le prospettive future?

 

speaker-1

Elöise Longo

speaker-2

Carlotta Bagaglia

speaker-3

Chiara Moretti

15.00 - 17.00

Islam e femminismo intersezionale

Aula Magna, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Il panel si propone di affrontare la questione del femminismo intersezionale all’interno della religione islamica per restituire complessità e profondità ad una tematica troppo spesso appiattita stereotipi e semplificazioni. Lə ospiti, anche con l'ausilio di testimonianze dirette, si focalizzeranno sul  femminismo islamico in relazione alle sfide poste dalla ridefinizione di alcuni concetti chiave come quello di famiglia e ruoli di genere collegati alla transizione democratica in diversi paesi a maggioranza islamica.

 

speaker-1

Jolanda Guardi

speaker-2

Sveva Basirah Balzini

speaker-3

Sara Borrillo

15.00 - 17.00

Libertà di espressione e televisione

Aula 12, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

Si discuterà di politicamente corretto, di censura, di fratture sui codici linguistici e di dati Auditel con i contributi dei curatori di Ragù Podcast e di Laura Tonini, autrice televisiva che ha partecipato alla raccolta “Non si può più dire niente?”, uscita lo scorso mese per Utet.

 

 

speaker-1

Laura Tonini

speaker-2

Ragù podcast

17.00 - 19.00

Educazione nelle carceri. Tra pandemia e prospettive per il futuro

Aula 11, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

L’istruzione è da sempre un elemento fondamentale del percorso trattamentale rieducativo all’interno delle carceri, profondamente colpito dai recenti eventi pandemici. Questo panel si propone di approfondire la tematica dell’istruzione in carcere, come accesso al diritto allo studio e come forma di democratizzazione. Verrà analizzata l’esperienza di istruzione sia universitaria che di secondo grado con un'attenzione alla situazione pandemica e alle prospettive per il futuro. Ne parliamo con Luca Decembrotto, Anna Grazia Zampiccinini e Abd al-Samad Bannaq , modera Giovanni Spina

speaker-1

Giovanni Spina

speaker-2

Luca Decembrotto

speaker-3

Anna Grazia Zampiccinini

Abd al-Samad Bannaq

17.00 - 19.00

Esperienze di liberazione e cura nell’esorcismo cattolico

Aula Magna, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

La conferenza sarà tenuta in inglese dai due ospiti in videocollegamento dal Giappone e dagli USA.

speaker-1

Thomas Csordas

speaker-2

Andrea De Antoni

17.00 - 19.00

Libertà di essere informatə

Aula 2, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

L’articolo 21 della nostra Costituzione sancisce la libertà di manifestazione del pensiero. Questa implica la possibilità di esprimere un’opinione senza subire conseguenze o ritorsioni; implica anche che lo stato debba garantire un pluralismo informativo. Tuttavia, lo stesso articolo prevede una libertà di informazione passiva: un diritto di essere informati. Se questa è la teoria, la realtà dei fatti sembra tuttavia molto lontana. Qual è lo stato dell’alfabetizzazione mediale nel nostro paese? Quali sono le contromisure prese per fronteggiare i problemi della disinformazione? 

speaker-1

Daniele Donati

speaker-2

Nicola Bruno

19:00 - 21:00

Libri dalle Viscere

Aula 12, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

speaker-1

Feliciano Rossi

speaker-2

Enrico Petrilli

19.30 - 21.30

Zone LGBTQIA+ Free

Presso il Cassero LGBT+ Center
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

In Europa i diritti civili viaggiano a velocità diverse. Nel panorama europeo ad esempio dobbiamo constatare l'esistenza di Zone LGBT free – dove l’espressione politica delle rivendicazioni ed identità lgbtqia+ è proibita. Qual è il rapporto tra estreme destre e fondamentalismi religiosi? Qual è lo stato dei diritti civili in Europa? Visto il sempre crescente consenso verso le fazioni più reazionarie del nostro discorso pubblico, c’è il rischio che anche in Italia possano essere limitate le libertà di espressione delle soggettività LGBTQIA+?

speaker-1

Massimo Prearo

speaker-2

Giacomo Viggiani

10:00 - 11:30

Antropobimbi - Laboratorio di Antropologia per bambini e bambine

Antropobimbi

Rivolto a bambini da 8 a 10 anni

Aula 5, Piazza Scaravilli 2

 

Come portare l’antropologia ai bambini e alle bambine? Ma soprattutto, perché proprio l’antropologia?

Antropologia si può definire come una scienza curiosa (Augè, 2007), così come si può dire che l’antropologo è quella persona che esplora le condizioni e le possibilità di essere umani (Ingold, 2018).

A partire dalla curiosità che abita la disciplina e ciascuno/a di noi, i bambini interagiranno tra di loro attraverso l’uso dei materiali artistici per addentrarsi nel loro primo viaggio da “antropobimbi”!

Seguendo il concept del festival secondo il quale “il nostro obiettivo e la nostra ragion d'essere ruoteranno intorno al concetto di partecipazione” i bambini saranno parte più che attiva del laboratorio, interpellati in un dialogo per capire insieme la curiosità che da sempre ha spinto gli antropologi ad aprire uno sguardo sul mondo.

Il laboratorio si propone come un’esperienza creativo-espressiva nella quale riflettere sull’antropologia in un contesto di gioco e sperimentazione artistica.

 

Per info e/o prenotazioni, inviare una mail a: sara1abrigo@gmail.com

speaker-1

Sara Abrigo

10.00 - 12.00

La città (in)accessibile: parlare di accessibilità nella quotidianità

Scuderia Future Food Living Lab, Piazza Giuseppe Verdi 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Progetto Rampe è uno dei progetti atti a favorire l’accessibilità degli ingressi nei luoghi aperti al pubblico. Negli ultimi anni, l’Amministrazione Comunale ha promosso significativi interventi su strade e marciapiedi di diverse aree della città, compreso il centro storico, migliorandone in maniera rilevante l’accessibilità per le persone disabili tuttavia tramite quei percorsi non si può raggiungere quasi nessun luogo: gran parte delle destinazioni possibili – negozi, bar, locali aperti al pubblico in genere – presentano infatti barriere architettoniche e sensoriali.

speaker-1

Ilaria Faranda

speaker-2

Alvise de Fraja

speaker-3

Irene Frascari

12.00 - 14.00

“Enduring Freedom”: dalla guerra al terrorismo all’Afghanistan di oggi

Aula Magna, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

La situazione politica in Afghanistan si è evoluta nell’arco di pochi mesi. Dopo il ritiro delle truppe USA, i Talebani hanno ripreso il controllo del paese in poco tempo, lasciando attoniti gli spettatori internazionali. In questo contesto di cambiamenti geopolitici, rimane comunque necessario mantenere alta l’attenzione sulla situazione dei diritti umani nel paese, non solo dopo la presa del potere da parte dei talebani, ma anche durante l’occupazione USA degli ultimi vent’anni.

speaker-1

Mario del Pero

speaker-2

Riccardo Noury

15.00 - 17.00

Palestina - Settler Colonialism

Aula 1, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Quale è la cornice di senso agli eventi della questione israeliano - palestinese? In Palestina, contrariamente alla narrazione egemone che prevede un conflitto simmetrico tra le due parti, è in atto da decenni un preciso progetto di colonialismo. Il colonialismo d’insediamento opera attraverso specifici strumenti: espulsioni forzate, apartheid, segregazione e concentramento, pulizia etnica, controllo militare. L’azione di segregazione commessa dal governo di Israele verrà messa in confronto con altri progetti di insediamento per provare a comprendere gli elementi essenziali di questa forma di controllo, disumanizzazione e annichilimento dell’Altro.

speaker-1

Enrico Bartolomei

speaker-2

Hafsa Marragh

15.00 - 17.00

Liberismo e regolazione nel contrasto dei cambiamenti climatici

Aula Magna, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

La crisi climatica chiama in causa la libertà in molti modi: principalmente, nel nostro rapporto con l’ambiente, in quanto ci sentiamo liberə di inquinare o di sfruttare le risorse animali e vegetali. Ma è sufficiente cambiare il comportamento dei singoli e delle singole cittadinə? Qual è il ruolo dell’ideologia liberista nei confronti del cambiamento climatico? Possiamo permettere che le grandi aziende continuino a inquinare indiscriminatamente, condannando il pianeta al collasso climatico in virtù di una crescita economica?

speaker-1

Diletta Bellotti

speaker-2

Elisabetta Dall'Ò

speaker-3

Beatrice Ruggieri

15.00 - 17.00

La notte - Fra diritto alla socialità e securitarismo

Presso il Cassero LGBTQ+ Center.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

La notte è al centro del discorso securitario, che vede il divertimento e la convivialità unicamente come degrado. La socialità, la festa, e la promozione della qualità della vita sono invece dei diritti innegabili per tutti i corpi che attraversano gli spazi pubblici. Perché non riusciamo a inquadrare la notte, la sua economia così come i suoi discorsi come qualcosa di intrinsecamente positivo per i territori e per le persone? Perché si continua a fare una guerra al benessere? Come inquadrare la vita notturna in ottica progressista e inclusiva?

speaker-1

Emily Clancy

speaker-2

Cassero LGBTQIA+ Center

speaker-3

Marco Falconieri

17.00 - 19.00

Libertà e opportunità generazionali

Aula 2, Piazza Scaravilli 2.
Prenota un posto su Eventbrite per avere priorità di accesso!

 

Il seminario si concentrerà sul tema della trasmissione ereditaria del patrimonio e delle misure di intervento e redistribuzione della ricchezza in un'ottica intergenerazionale. Quali sono oggi gli interventi che una politica progressista dovrebbe portare avanti per garantire ai giovani nuove opportunità mettendo al centro progressività e redistribuzione?

speaker-1

Ivan Pedretti

speaker-2

Emanuele Felice

Sostieni il Festival!

I soldi raccolti con questo crowdfunding finanzieranno le attività realizzate durante la prossima edizione di Rifestival. Raggiungere 10.000 € con il nostro crowdfunding ci permetterebbe di dare vita al Festival, tornando finalmente in presenza dopo due anni di iniziative online.

Rimani aggiornatə sulle ultime novità di RiFestival

Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti mai nulla: eventi, workshop, podcast, articoli e molto altro ancora!